5 Prato, il SI del Consiglio Comunale a Glass-Steagall.

A Prato abbiamo fatto una esperienza sul campo: dal Consiglio comunale nell’ottobre 2010 prese il via la Commissione temporanea di studio sul Credito, Nicola vi prese parte in qualità di vicepresidente.
Al termine di una lunga serie di audizioni con i rappresentanti di banche, sindacati, categorie economiche e associazioni del terzo settore sulle problematiche legate alla concessione del credito, dopo mesi di confronto si è giunti nel maggio 2012 all’approvazione all’unanimità di tutto il Consiglio comunale (maggioranza e opposizione si sono trovate d’accordo) sulle proposte contenute nella Mozione sul Credito che ha recepito le indicazioni della Commissione di studio sul Credito. 
Tra i punti approvati all’unanimità c’è proprio la Separazione bancaria per separare le banche d’affari dalle banche commerciali invece di finanziare i salvataggi bancari. Adesso occorre promuovere incontri e iniziative per arrivare ad un proposta di legge per la ripresa economica, secondo lo standard Glass-Steagall.

Iniziative legislative nazionali: il ddl Peterlini.

Nel gennaio del 2012 il Sen. Oskar Peterlini (SVP) ha presentato un disegno di legge per la separazione bancaria al Senato della Repubblica. Nonostante l’appoggio crescente nelle istituzioni politiche e soprattutto nella società civile, i tecnici non hanno voluto prenderla in considerazione.
Ora con un nuovo Governo e Parlamento ci sarà la possibilità di riprendere la proposta.

L’impegno è contagiare a fare altrettanto nella vostra città, guidando la battaglia per questa riforma fondamentale. Scontiamo una certa debolezza sul tema, c’è da informare e spiegare ai più.

Guardando più in là, la fresca elezione della Senatrice Elizabeth Warren incoraggia il nuovo corso politico di Obama.
La Sen. Warren è la grande fustigatrice degli eccessi della finanza americana, difende i diritti del piccolo risparmiatore, e si batte per ripristinare la Legge Glass-Steagall.